Trip to Penguin Island, Australia

Per tutti coloro che si considerano amanti dei viaggi verso luoghi particolari e unici, oggi il blog Mediazione Linguistica Talenti ha il piacere di proporvi un articolo pubblicato in “Charlie’s World” a proposito dell’Isola dei Pinguini (Penguin Island), situata a Perth, Australia.

La natura di questa isoletta nel mare è bellissima; gli animali, gli uccelli e i rettili, che si possono incrociare sono a dir poco meravigliosi nel loro habitat; le rocce sulla spiaggia hanno forme particolari; insomma uno spettacolo paesaggistico da non perdere… Questo luogo è popolato da un’ampia colonia di pinguini (circa 1000) ed è veramente suggestivo vederli a pochi metri di distanza e quindi stare a contatto con loro.

Perché non partire allora? Sarà un’esperienza che sicuramente vi lascerà senza fiato!

 

Charlie's World

We’re pretty lucky here in the Southern Hemisphere.  Perth is far away from the world and very beautiful.

The downside is that we have all kinds of wildlife that is out to get us here,  but we also have tiny fairy penguins.  And they live on Penguin Island, only a few hundred metres off the coast near Rockingham, conveniently, only a short drive from my place.

View original post 404 altre parole

Turismo&Lavoro: Scozia

Turismo: L’insieme di attività e di servizi a carattere polivalente che si riferiscono al trasferimento temporaneo di persone dalla località di abituale residenza ad altra località per fini di svago, riposo, cultura, curiosità, cura, sport ecc. Il t. è pertanto trasferimento ciclico: partenza dal domicilio abituale, arrivo ed eventuale soggiorno nella località di destinazione, ritorno alla località di partenza.

“Turismo” dal sito Treccani.it < http://www.treccani.it/enciclopedia/turismo > (visitato il 20 maggio, 2016)

Sebbene la storia delle prime forme di turismo sia messa in dubbio e a volte confusa, il turismo come lo conosciamo oggi, cioè il viaggio organizzato, ha sia una data di origine ed un inventore, elementi concreti e sicuri.

Thomas Cook - Turismo - Mediazione Linguistica Talenti

Il 5 luglio 1841, Thomas Cook, sfruttando le nuove opportunità dopo lo sviluppo della rete ferroviaria, organizzò il primo viaggio da Leicester fino a Loughborough in cui parteciparono poco meno di 600 persone così entusiasti da convincere Cook ad organizzare pacchetti turistici sempre più dettagliati e ricchi di servizi, dando inizio a quello che oggi è il settore turistico.

Ovviamente questa forma di turismo nel tempo si è modificata ed ha radicalmente influenzato, se non cambiato, l’economia mondiale nonché la società stessa. Infatti, per turismo tradizionale si intendeva il benessere del viaggiatore e quindi la sua sola felicità; non erano quindi contemplati gli elementi socio-culturali e ambientali della destinazione turistica, che in molti casi sono andati distrutti. Fortunatamente, grazie anche alla voce delle comunità locali di quei luoghi e delle azioni di associazioni ambientaliste, abbiamo conosciuto il cosiddetto turismo sostenibile, fautore della protezione dell’ambiente e delle culture sociali dove si fa turismo nonché della promozione di una maggiore interazione sostenibile tramite la scoperta di destinazioni sottovalutate.

Tutto ciò ha portato ad un incremento del fatturato delle aziende inserite nel settore turistico, dalle singole agenzie viaggi ai servizi di trasporto, come ad esempio le compagnie aeree. Si è creato così un nuovo sbocco lavorativo; sono infatti molti coloro che si cimentano in questo ramo economico, tirandosi su le maniche e mettendosi in proprio.

SSML Gregorio VII - Mediazione Linguistica Talenti

Prendiamo come esempio Aldo Monti, un giovane talento, laureatosi nel campo della mediazione linguistica presso la SSML Gregorio VII, che finiti gli studi ha deciso di aprirsi un proprio business nel settore turistico. Aldo ha infatti osservato il mercato e capito che per avere successo, in un campo dove l’Italia ha molto da offrire, doveva cogliere l’occasione! Ed ecco che nasce il sito in inglese http://www.yourtourinitaly.com/ in cui vengono proposti tour guidati nelle località più belle d’Italia.

Ma di possibilità, soprattutto per i giovani mediatori linguistici, ve ne sono a migliaia, tutto sta ad avere talento e motivazione, e quest’ultima è la chiave per arrivare in alto. Bisogna essere convinti di ciò che si vuol fare ma anche di come raggiungere i propri obiettivi. Il turismo offre molto a chi sa cogliere il suo meccanismo; ricordiamoci infatti che il turismo nasce dalla società e come quest’ultima è in continua evoluzione. #LetYourTalentShine

———————————————————————————————————-

Rimanendo concentrati sull’aspetto turistico, oggi parleremo di come anche la Scozia sia una meta turistica, non solo dal punto di vista tradizionale, ma anche come turismo formativo per i giovani studenti che vogliono imparare l’inglese in maniera nuova e diretta.

Lunedì 16 e mercoledì 18 maggio, il professor Lionel Quidu ha svolto un piccolo incontro con gli studenti della SSML Gregorio VII descrivendo gli aspetti più caratteristici della Scozia. Grazie al suo intervento i ragazzi hanno ampliato la loro conoscenza culturale approfondendo gli usi, le varie relazioni con gli altri stati britannici, nonché le differenze con l’Italia. Può sembrare banale, ma al contrario è stato un evento di successo che ha portato molti a prendere in considerazione la decisione di partire per Glasgow ed effettuare un tirocinio per la durata di 4 mesi. Ma vediamo in breve quanto è stato detto!

Simbolo Scozia - Mediazione Linguistica Talenti
Cardo: simbolo della Scozia

La Scozia è la nazione più settentrionale dell’isola della Gran Bretagna. Il suo nome originale era Caledonia, che insieme all’Inghilterra, al Galles ed all’Irlanda del Nord, è una delle quattro nazioni che costituiscono il Regno Unito. La Scozia ha un’estensione territoriale di 78.782 Km², e le città più importanti sono la capitale Edimburgo e Glasgow (da dove proviene il nostro caro professor Lionel). La popolazione scozzese raggiunge appena i 5,3 milioni di abitanti rispetto ai soli 45 milioni del resto del Regno Unito, dimostrando come in alcuni luoghi la natura è rimasta incontaminata dalla presenza umana.

Tuttavia, malgrado la sua appartenenza al Regno Unito, può vantare di alcuni privilegi: questa nazione ha infatti un sistema giuridico autonomo, così come un sistema d’educazione indipendente ed addirittura una sua Chiesa nazionale, chiamata la Chiesa Presbiteriana di Scozia, ovvero the Kirk. Recentemente, nel 1997, a seguito delle votazioni durante il referendum sulla devolution (speciali concessioni concernenti l’autonomia di alcuni aspetti amministrativi), è stato riedificato il Parlamento scozzese. In Scozia, gli abitanti, fieri delle loro origini, parlano principalmente l’inglese, e lo scozzese (inglese), lingua di ceppo germanico, ed il gaelico scozzese.

Ovviamente non poteva nemmeno mancare il caratteristico popolo scozzese che al contrario di quanto si pensa, è amante del divertimento nonché generoso e cordiale. Sempre disponibili, sapranno trattarti nel migliore dei modi e farti sentire a casa. Beh certo, il discorso è un altro se sei inglese… in quel caso forse sarebbe meglio tenere un profilo basso!

Miriam Prete

Italian art & creative culture

Abbiamo più volte ripetuto che la figura del mediatore linguistico non si riferisce solo a quella del traduttore e dell’interprete ma riguarda un concetto più vasto da analizzare. Ed è proprio per questo che scuole come la SSML Gregorio VII hanno istituito corsi trasversali alla mediazione linguistica.

Oggi parleremo infatti del corso “Italian art & creative culture” diretto dalla prof.ssa Adriana Bisirri all’interno della SSML Gregorio VII. Questo corso ha come obiettivo quello di aiutare lo studente universitario che approccia lo studio della mediazione linguistica a comprendere le proprie possibilità di sbocco nel mondo del lavoro. Diviso in vari moduli, le lezioni affronteranno argomenti quali il sottotitolaggio e l’adattamento cinematografico e le relative difficoltà di trasposizione, le varie culture sia nel mondo dei cartoni animati sia nelle tradizionali fiabe e leggende, l’importanza sempre crescente dei social media come canale mediatico e la professione del blogger.

La mediazione linguistica sarà sempre al centro del dibattito in aula ma con connotazioni diverse da quelle usuali. Il focus sarà infatti quello di incoraggiare i giovani a farsi strada in un mondo in continua evoluzione in cui solamente con la propria creatività e con il proprio ingegno si riesce ad arrivare in cima superando quei limiti imposti dalla società attuale.

Italian art &amp; creatve culture - Mediazione Linguistica Talenti

L’Italia è la patria delle invenzioni e dell’arte, ed è quindi nostro dovere mantenere questa caratteristica che fa invidiare il mondo intero. Diamo spago alle nostre passioni e abilità portando risultati gratificanti nelle nostre vite e nella concezione del Bel Pese da parte degli altri paesi europei e non.

Per maggiori informazioni scarica la descrizione del modulo “Italian art & creative culture” cliccando qui o visiona i seguenti video di presentazione montati da alcuni studenti della SSML Gregorio VII.

Miriam Prete

I croati nella scienza e nell’arte

E’ ora di conoscere un nuovo paese e una nuova cultura: la Croazia come non l’avete mai vista…

Blog creato da una studentessa universitaria appassionata di lingue, e in particolare, di questo bellissimo paese nonché della sua cultura e delle sue usanze!

AGARTHI: Leggenda o Realtà?

Esisterà davvero qualcosa sotto i nostri piedi?

Ecco un articolo interessante della prof.ssa Adriana Bisirri rebbloggato per voi!

Bisirri Adriana

 Adolf Hitler era molto attratto dall’esoterismo e dal mito di antiche civiltà tecnologicamente evolute e nascoste in qualche parte della terra. Raccontano che inviò alcuni agenti e archeologi alla ricerca del mondo di Agarthi ,luogo in cui secondo Hitler,ebbe origine la razza ariana.

agharta1Jacques Bergier, nel suo libro “Il Mattino dei Maghi”, sostiene che Hitler fece intraprendere molte spedizioni alla ricerca dell’Agarthi e del Santo Graal.

Si dice che  Hitler  facesse di tutto per scoprire le  entrate al mondo sotterraneo di Agartha ed entrare in contatto con i  discendenti degli Ariani, il popolo di Dio proveniente da  Aldebaran-Iperborea.

Alla ricerca di Agarthi     spedizioni furono inviate dalle SS in Himalaya, sulle Ande, nelle montagne  del Mato Grosso nel Nord e le montagne di Santa Catarina nel Sud del  Brasile, in Cecoslovacchia e in alcune zone dell’Inghilterra per trovare gli ingressi. Sembra che i tedeschi nazisti trovarono finalmente l’accesso a questo mondo in Antartico…

View original post 139 altre parole